27 MAG 2015 |

L' abbecedario di Amica Chips days

25esimo anniversario: un grande evento, tanti ospiti e tante emozioni

Era il lontano 22 maggio del 1990; a Castiglione delle Stiviere stava succedendo qualcosa di straordinario: tra sguardi ansiosi, speranze ed emozioni si assaporavano per la prima volta le patatine firmate Amica Chips. A 25 anni da quel momento, nello stesso stabilimento, si percepisce un’atmosfera molto simile.

Ecco l’abbecedario-riepilogo del weekend, quello del 23-24 maggio, che ha visto Amica Chips al centro di una festa eccezionale:

 

A come Amica Chips Days: è questo il nome della grandiosa festa organizzata nello stabilimento dell’azienda leader nel mercato delle patatine. Ben due giorni, da mattina a sera.

 

B come baby: Amica Chips è internazionale, e pure premurosa nei confronti dei più piccoli. Palloncini, musica, colori e un’attenzione particolare verso i clienti più golosi e piccini.

 

C come Ci vorrebbe un’amica: la colonna sonora della festa e un ottimo revival per i nostalgici di Venditti.

 

D come Dedizione: la caratteristica che contraddistingue tutti i dipendenti Amica Chips; hanno permesso che tutto questo fosse possibile.

 

E come Eldorada: a quanto pare al momento sembrano essere le patatine più apprezzate; tagliate spesse e croccanti, delle vere handmade.

 

F come Festa: spumante, vino e prosecco; ma anche mojito analcolico e tante altre bevande, per brindare tutti insieme.

 

G come Gazebo: nella piazzola davanti allo stabilimento e agli uffici amministrativi, ha sostenuto e dato riparo ai molti partecipanti, sfidando la pioggia e le intemperie.

 

H come Home: i 200 dipendenti di Amica Chips sono stati i primi a festeggiare; sembra proprio una grande famiglia.

 

I come Imprenditori: sono gli attuali soci, e fondatori, di Amica Chips, Alfredo e Andrea. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio: loro hanno rischiato, ma ce l’hanno fatta.

 

L come La classica, La grigliata, La paprika: tante patatine, non potevano mancare. Dalla classica alle tortillas, dalle Alfredo’s alle aromatizzate per le feste: ce ne sono di tutti i colori (e sapori).

 

M come Musica: chapeau per il deejay. Da Frank Sinatra a Stevie Wonder, passando per Neil Young e Marco Mengoni: un mix perfetto per dare inizio alle danze.

 

N come Nozze, d’argento: sono quelle di Amica Chips e di tutti coloro che l’hanno sposata, amata e gustata. Aspettiamo con ansia le nozze d’oro.

O come Orto: 1200 piante di patata sono state distribuite ai partecipanti. Che sia la volta buona per arricchire il vostro orto, o per crearne uno (una piantagione di patate nel balcone è già un buon inizio).

 

P come Pompa: si tratta della Cornell Pump, che, in quel famoso 22 maggio del ’90, installata sulla friggitrice, ha dato inizio a tutto. Restaurata e munita di targhetta commemorativa, è stata esposta al pubblico e benedetta da Don Giuliano, sabato pomeriggio.

 

Q come Quintali: sono tanti, tantissimi, i quintali di patate che riposano nell’ambiente climatizzato, cullati da una luce verde soffusa, che impedisce la formazione di germogli. La pennichella è solo l’inizio: alle patate spetta un lungo percorso prima di tuffarsi nei sacchetti Amica Chips.

 

R come Rocco Siffredi: ci speravamo un po’ tutti, a dir la verità; purtroppo lo storico testimonial non si è fatto vivo; a ricordarlo, Daddy Cool, a tutto volume.

 

S come Scienza: anche qui il progresso tecnologico si fa sentire; navette a sensori autoprogrammate sono le responsabili del trasporto di cartoni colmi di patatine. Altro che Ritorno al futuro, il futuro è proprio qua.

 

T come Tours: sicuramente l’iniziativa più divertente e istruttiva: gruppi formati da una decina di persone, dispositivi audio per tutti, guida esperta con microfono, cuffie e camici bianchi da infermiere e la visita dei due stabilimenti Amica Chips ha inizio. Dal lavaggio delle patate, al sensore ottico che elimina quelle che presentano macchie e bruciature; dalla lievitazione dei crostini, alla geometricità dei magazzini: la fabbrica delle patatine è un mondo tutto da scoprire.

 

U come Un sacco di cose buone da mangiare: c’era davvero di tutto, a qualsiasi ora. Colazione, brunch, pranzo, merenda, apericena. Una nota a parte per il risotto capperi e caffè della domenica: squisito. Se Quelli della patatina sono così bravi anche a cucinare, pensate un po’ cosa si potrebbe trovare in un ristorante Amica Chips. Scherzo, complimenti vivissimi al catering!

 

V come Vincenzo Regis: il comico bresciano ha allietato le giornate di sabato e domenica, con un cabaret piacevole e frizzante. Applausi anche per lui.

 

Z come Zanzottera, Luigi: titolare dell’azienda Pandal, acquisita da Amica Chips nel 2006, è venuto a mancare qualche anno fa. A ricordarlo, i Gigi’s Pop Corn portano il suo nome.

 

E infine, tanti complimenti ad Amica Chips per la magnifica festa. Alla prossima!

 

 

Rebecca Romanò

Torna alle news »

 

 

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE